Statistiche web

Obiettivi di bilancio: piu’ Fatturato o meno costi?

Ci sono due obiettivi di bilancio che devi decidere: è meglio aumentare il fatturato o diminuire i costi? In questo articolo scopri cosa fare

Obiettivi di bilancio: piu’ Fatturato o meno costi?

Di questi tempi molte imprese se la passano male, tra congiuntura economica, dieta fiscale stile Monti e problemi di bilancio.

I primi mesi dell’anno pero’ sono i mesi buoni per decidere gli obiettivi da raggiungere. Quando facciamo le previsioni per l’anno molti clienti si ritrovano con una perdita potenziale da ripianare.

E’ a questo punto che si lavora sulla componente di budget piu’ interessante, perchè sotto la responsabilità dell’impresa, quella degli obiettivi e dell’assegnazione di risorse.

Le decisioni da prendere sono semplici:
piu’ ricavi – costi

Il problema è la misura:
* di quanto bisogna aumentare il fatturato?
* di quanto bisogna diminuire i costi?
* e quali costi, variabili o fissi?

e se volessimo un obiettivo di utile come dobbiamo determinare le nostre decisioni?

Il modello in excel che trovi qui allegato ti aiuta a prendere queste decisioni.

prima pero’ ti chiedo di condivider questo articolo nei tuoi social,  per me è importante perche’ mi permetter di diffonderlo in rete

Per usarlo dobbiamo recuperare alcuni dati di bilancio:

* il fatturato
* il margine di contribuzione
* i costi fissi

per sapere come calcolare il margine di contribuzione vai a vedere

qui –Come usare il margine di contribuzione

A questo punto il modello ci fa vedere cosa succede modificando le variabili.

Ad esempio questi sono i dati di un mio cliente, che si presenta con una perdita di 277.723 euro su un fatturato di 2.337.000, costi fissi pari a 1.729.000 e un margine di contribuzione del 62,1%.

 

[feature_box style=”1″ only_advanced=”There%20are%20no%20title%20options%20for%20the%20choosen%20style” alignment=”center”]

se vuoi qui puoi scaricare gratuitamente  il report sull’analisi i bilancio, per fare le tue analisi

[/feature_box]

[arrows style=”arrow-blue-1.png” align=”center”]

In queste condizioni, usando il modello del punto di pareggio possiamo trovare il fatturato che l’azienda deve recuperare, mantenendo la stessa struttura di costo per andare in pareggio.

 

analisi di what if
tabella per effettuate analisi di what if

 

vedi che con 447.219 di fatturato aggiuntivo al fatturato esistente recuperiamo la perdita.

Coi mercati attuali, pero’ potrebbe essere difficile recuperare il fatturato previsto.

Allora potremmo mettere a budget anche un azione sui costi. Ad esempio potremmo ridurre i costi fissi di 50.000 euro.

 

analisi di what if
come recuperare una perdita

 

Vedi che ora il fatturato da recuperare si abbassa ulteriormente a 366.703 euro.

 

 

analisi di what if
come recuperare una perdita

 

 

analisi di what if
come recuperare una perdita

 

Se poi riuscissimo a recuperare un punto di margine di contribuzione ( con una azione sui prezzi e sui costi variabili) avremmo questa situazione:

il fatturato si abbassa a 323. 855 euro. Possiamo fare anche delle simulazioni per trovare le varibili obiettivi se volessimo raggiungere un reddito di 50.000 euro.

Adesso il nostro fatturato obiettivo è tornato a 403.095 euro.

 

nei miei ebook spiego  come usare queste tabelle per incidere sui risultati di gestione; con poche semplici misure si possono risparmiare costi e incrementare ricavi.

 

I segreti del bilancio

 

Con questo modello puoi fare delle simulazioni per vedere quali sono i risultati ogni volta che cambi una variabile.

A volte è utile anche farsi delle tabelle di scenario; qui ne trovi tre:

 

analisi di what if
variazione del fatturato e del margine di contribuzione

cosa succede al reddito al variare di fatturato e margine di contribuzione

 

analisi di what if
variazione dei costi fissi e del margine di contribuzione

 

cosa succede al reddito al variare di costi fissi e margine di contribuzione

 

analisi di what if
variazione dei costi fissi e del fatturato

cosa succede al reddito al variare di costi fissi e fatturato

Buone simulazioni….

i piani di azione per rendere operative le decisioni prese le vedremo un’altra volta……

Se questo post ti è piaciuto aiutami a diffonderlo nei tuoi network utilizzando i tasti di condivisione che trovi qui sotto 😉

A questo punto ti auguro buon lavoro e ti aspetto nei prossimi articoli

[optin_box style=”2″ alignment=”center” email_field=”email” email_default=”Scrivi la tua email” integration_type=”mailchimp” double_optin=”Y” thank_you_page=”http://impresaefficace.it/risorse/” list=”f92671a02b” name_field=”EMAIL” name_default=”Scrivi il tuo nome” name_required=”Y”][optin_box_field name=”headline”]Unisciti a impresaefficace.it[/optin_box_field][optin_box_field name=”paragraph”]PHA+UmljZXZpIGxlIHNsaWRlLCBpIGZpbGUgZXhjZWwsIGkgcmVwb3J0IGUgZ2xpIGFudGVwcmltYSBkZWdsaSBlYm9va8KgZ3JhdHVpdGFtZW50ZTwvcD4K[/optin_box_field][optin_box_field name=”privacy”]Rispetto la tua privacy e non cedo i tuoi dati neanche sotto tortura; puoi cancellarti dalla lista in ogni momento[/optin_box_field][optin_box_field name=”top_color”]undefined[/optin_box_field][optin_box_button type=”0″ button_below=”Y”]Iscriviti qui![/optin_box_button] [/optin_box]

 

Visita il nostro Shop

 

Shop impresa efficace

Gli Ebook di impresaefficace.it

kaizen costing
I segreti del bilancio

 

Se vuoi capire come fare un budget di vendita

uffosal3d

qui puoi trovare come usare il margine di contribuzione

margine di contribuzione

e infine qui impari a fare il rendiconto finanziario

3hardcover1

e infine 10 piccoli indiani per capire il bilancio

10 piccoli indiani