Statistiche web

Analisi del Bilancio Mediaset 2013

Analisi del bilancio Mediaset per capire cosa ci puo' dire il bilancio

Analisi di Bilancio Mediaset


Riprendo l’Analisi del Bilancio Mediaset, già commentato per l’anno 2010;
ci aggiorniamo al 2013.

Naturalmente non investite in borsa (o disinvestite) seguendo i miei consigli….!!!! E’ semplicemente un esempio di come si fa ( o non si fa) un’analisi di bilancio.

Nell’Analisi del Bilancio Mediaset si parte con lo stato patrimoniale riclassificato.

Lo stato patrimoniale si riclassifica con un criterio di liquidità/ esigibilità dalle attività immobilizzate a quelle liquide.

bilancio mediaset  

Partiamo dagli immobilizzi.

Gli immobilizzi materiali, attrezzature, impianti, macchinari, fabbricati e terreni diminuiscono da 606,6 a 533 milioni;

l’azienda non sta investendo in attrezzature, postazioni televisive e impianti, probabilmente per sfruttare quelli esistenti.

Anche gli immobilizzi immateriali diminuiscono, la politica continua a essere di non investimento;

in particolare i diritti televisivi passano da 2284 a 1830 milioni. 38 di questi sono stati ceduti a Boing Spa, joint venture con il gruppo Turner.

Questo non è bel segnale perche’ questa è la capacità futura dell’azienda.

Il management disinveste. Se non ci crede il management….

Gli immobilizzi finanziari diminuiscono a 1.094 a 1.008.

Negli immobilizzi finanziari ci sono 538, 7 di imposte anticipate.

Le rimanenze valgono 41,8 milioni, principalmente costituite da produzioni televisive o diritti televisivi con scadenza inferiore all’anno.

I crediti commerciali sono pari a 898,3, in diminuzione.

Nei crediti a breve ci sono 66 milioni di crediti tributari.

Nella voce attività finanziarie ci sono crediti verso lo stato italiano di 22,9 milioni per contributi a fronte di produzioni cinematografiche.

L’attivo si chiude con disponibilità liquide (denaro e valori di cassa) per 197,6 milioni.

 

se vuoi qui puoi scaricare gratuitamente  il report sull’analisi i bilancio, per fare le tue analisi

bilancio-special report

Nel passivo abbiamo un patrimonio netto in aumento da 2965 a 2977, per effetto dell’utile di esercizio di 22,8 milioni a fronte di una perdita di 249,8 dell’anno prima

I debiti a medio e lungo termine sono in diminuzione.

Il TFR è diminuito da 97,9 a 92,5. ci sono 65 milioni di accantonamento riferiti a contenziosi.

Aumentano i debiti finanziari a lungo termine da 1.212 a 1327

I debiti bancari a breve si riducono da 738 a 381 milioni.

Si riducono anche i debiti a breve di 416 milioni, in particolare i debiti di fornitura.

 conto economico

I ricavi diminuiscono dell’8,22% a 3.414 milioni di euro. C’è una riduzione elevata dei ricavi pubblicitari ( da 2.717 a 2.429) ma un aumento della tv a pagamento ( da 521 a 552)

I costi del personale sono in diminuzione da 624 a 535 milioni

I consumi e oneri esterni passano dal 47% del fatturato al 46,2%, in particolare con una diminuzione dei costi per servizi.

Il MOL (EBITDA) migliora in termini relativi da 36,2% a 38,1, ma non in termini assoluti:

Il MOL è importante perché costituisce la generazione di cassa della gestione caratteristica dell’impresa.Gli ammortamenti diminuiscono di 529,9 milioni.

In particolare c’è una differenza di 452 milioni negli ammortamenti immateriali e di 83 milioni di minori accantonamenti.

Il reddito operativo passa da –235,4 a + 246,3; anche il ROS passa da –6,3 a un dignitoso 7,21.

La gestione finanziaria segna –146 milioni con un incidenza degli oneri finaziari sull’EBITDA del 40,93%. Da segnalare un –72,9 milioni di risultato delle partecipazioni.

Infine le imposte incidono per il 77% sul risultato ante imposte, insolitamente alto per un gruppo di queste dimensioni.

INDICI DI BILANCIO

Vediamo un po’ di indici nell’Analisi del Bilancio Mediaset e commentiamo la situazione economico finanziaria 

 

Situazione reddituale

Gli indicatori di redditività sono :

 

 20122013
roi-4,8%5,3%
roe-8,4%0,8%
ros-6,3%7,2%

 

La redditività passa dal segno meno a segno piu’’;

il ROI è abbastanza basso cosi’ come il ROE, mentre è buono il ROS.

Il passaggio dalla perdita all’utile avviene nonostante una contrazione di fatturato (8,22%) attraverso una generale diminuzione di costi;

le incognite principali sono la riduzione degli ammortamenti ( minori investimenti e quindi futuro incognito per la società) e la possibilità di continuare in risparmi di costo di questo tipo.

Da notare che la riduzione di costi (–257 milioni), non copre i mancati ricavi (–306), mentre la differenza la fanno gli ammortamenti e gli accantonamenti (-529).

Una redditività un po’ in affanno, in un mercato in affanno, con un piccolo spiraglio per la pay tv ( ancora con incidenza limitata) anche se da apprezzare il segno +.

 

Solidità

Gli indicatori di solidità sono questi

 20122013
mezzi terzi/mezzi propri                                 0,66                                 0,57
posizione finanziaria/mol-1,28-1,16
Incidenza onerifinanziari/ Ebitda 40,93

 

 

Il rapporto di indebitamento è buono e in miglioramento;

oltretutto c’è una prevalenza dei debiti finanziari a lungo rispetto al breve;

il rapporto posizione finanziaria netta/MOL è buono, inferiore a 2.

L’incidenza degli oneri finanziari nel 2013 è un po’ sopra la norma (40,93 contro 30%)

Complessivamente la solidità è buona.

Situazione finanziaria

 

La posizione finanziaria netta è pari a

 20122013
posizione finanziaria–                       1.728,60–                       1.511,00

 

Con un miglioramento di 217,6 milioni

Il miglioramento viene da una generazione di cassa della gestione reddituale di 1.154 milioni a fronte di un impiego di liquidità di 471,7 nella gestione del capitale circolante e una contrazione degli immobilizzi di 464,5 milioni.

rendiconto finanziario

Negativa ma in miglioramento.

A questo punto ti auguro buon lavoro e ti aspetto nei prossimi articoli

Visita il nostro Shop

Shop impresa efficace

Gli Ebook di impresaefficace.it

kaizen costing
Gli strumenti per ridurre i costi in azienda

I segreti del bilancio

analisi di bilancio
Come capire e utilizzare il bilancio per la gestione aziendale

Se vuoi capire come fare un budget di vendita

Il budget di Vendita
Come definire Previsioni e obiettivi di vendita

qui puoi trovare come usare il margine di contribuzione

margine di contribuzione
Come usare il margine di contribuzione per migliorare la redditività

e infine qui impari a fare il rendiconto finanziario

Il Rendiconto Finanziario
Il rendiconto finanziario reso operativo

e infine 10 piccoli indiani per capire il bilancio

10 piccoli indiani
i 10 indicatori che servono a gestire l’azienda